Verdure e ortaggi

Patate ripiene con uova e quartirolo

baked potatoes.jpg

Le patate ripiene con uova e quartirolo sono gustose e facili da preparare. Ideali come secondo piatto, per una cena sfiziosa da condividere con amici e parenti, o da servire come piatto unico, magari per il brunch domenicale. Ecco come prepararle.

baked potatoes.jpg

Patate ripiene con uova e quartirolo

Ingredienti per 4 persone:

4 patate

100 g di Buonquartì Mauri

2 uova

1 noce di burro

sale

pepe

olio extravergine d’oliva q.b.

patate ripiene o baked potatoes.jpg

Preparazione

Lavate bene le patate, senza sbucciarle. Asciugatele e bucherellatele con uno stecchino o con i rebbi di una forchetta. Avvolgetele singolarmente nella carta stagnola, adagiatele su una teglia da forno e fatele cuocere per circa 50 minuti a 180°.

Quando saranno cotte, eliminate la carta stagnola, poi con un coltello tagliate via la calotta. Con un cucchiaino, scavatele all’interno, eliminando parte della polpa (potrete utilizzarla per un’altra ricetta).

Sbriciolate il quartirolo e mettetelo in una padella antiaderente con una noce di burro. Ponete la padella sul fornello e, poco dopo, unite le uova leggermente battute. Mescolate fino a quando le uova ed il formaggio saranno ben amalgamati, salate leggermente ed aggiungete un pizzico di pepe.

Utilizzate la farcia per riempire le patate. Ponetele nuovamente sulla teglia da forno ed infornatele per circa 10-15 minuti, sfornatele e servitele subito.

Potete rendere ancora più saporite le patate ripiene con uova e quartirolo, aggiungendo delle erbette aromatiche (prezzemolo, timo o erba cipollina) e un filo d’olio.

Buon appetito!

Patate ripiene.jpg

Questa ricetta è stata creata in collaborazione con Mauri, l’azienda che produce i buoni formaggi italiani, che ha fornito il Bonquartì. Per visionare tutte le specialità casearie di casa Mauri visitate il loro sito.




Grazie per essere passati nel mio blog. Spero che questa ricetta vi sia piaciuta e che tornerete a trovarmi.

Vi ricordo che potete seguirmi anche sulla pagina facebook

Home Sweet Home blog

o su: twitter, google+, instagram, pinterest

Related posts:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *