Aperitivi e buffet, Collaborazioni, Dolci, Finger food, Frutta, Piccola pasticceria, Ricette, senza cottura, Succhi ed estratti

Bon bon alle mandorle

dolcetti con okara di mandorle

I bon bon alle mandorle sono dei piccoli pasticcini, morbidissimi e veloci da preparare. Non richiedono cottura, basta mescolare gli ingredienti e formare delle palline, tutto qui! Li ho preparati con l’okara di Mandorle, così buoni che sono spariti in un lampo. Una ricetta di riciclo che poi tanto riciclo non è, visto che mi vien voglia di preparare ancora una volta il latte di mandorle solo per poter assaggiare nuovamente questi bon bon!

Bon bon alle mandorle

Bon bon alle mandorle

Ingredienti per circa 25 bon bon:

200 grammi di okara di mandorle

50 grammi di latte condensato

100 grammi di biscotti secchi sbriciolati

50 grammi di zucchero

codette, scagliette di cioccolato, zucchero di canna q.b.

dolcetti con okara di mandorle

Preparazione

Questi deliziosi bocconcini sono una soluzione furba per ridurre al minimo gli sprechi e riutilizzare gli scarti di mandorla dopo la preparazione del latte. Prima di spiegarvi come ho preparato questi dolcetti devo fare una piccola precisazione; nella preparazione del latte di mandorle vi ho detto che, dopo l’ammollo, non occorre eliminare la pellicina che le ricopre, in questo caso, però, dopo averle sciacquate, le ho spellate tutte (non preoccupatevi, se le avete tenute a bagno per almeno 8 ore la pellicina verrà via facilmente). Ho fatto questo piccolo lavoretto in più, solo perchè volevo che questi bon bon venissero candidi, ma non è assolutamente necessario, saranno buoni ugualmente.

okara di mandorle

Versate in una terrina l’okara di mandorla, ovvero il residuo del latte di mandorla autoprodotto, unite il latte condensato e lo zucchero e mescolate.

Tritate finemente i biscotti e uniteli al composto di mandorle un po’ alla volta, fino ad ottenere un impasto facilmente lavorabile con le mani. Per me sono serviti circa 100 g ma potrebbero servirne un po’ di più o di meno, a seconda di quanto è umido il composto.

L’impasto non dovrà essere troppo asciutto e secco, ma solo abbastanza sodo da poterne ricavare delle palline.

Con un cucchiaino prelevate un po’ di impasto e lavoratelo con le mani. Poi rotolate i dolcetti sulle codette e metteteli in piccoli pirottini. Se volete dare un po’ di colore potete variare la copertura esterna, utilizzando per esempio della granella di cioccolato, dello zucchero di canna o delle scaglie di cocco disidratato.

Mettete i bon bon alle mandorle in frigorifero fino al momento di servirli.

Bon bon alle mandorle

Questa ricetta è frutto del progetto di collaborazione tra Philips e Cookaround

“Per fortuna in Cucina c’è Philips”

con l’obiettivo di sensibilizzare sul tema dell’alimentazione sana. Grazie all’innovazione, Philips si impegna a fornire soluzioni tecnologiche che permettano di nutrirsi in maniera sana, più facilmente e più spesso.

La ricetta è stata realizzata con l’estrattore MicroJuicer Philips HR1894/80 – provalo con la promozione “Soddisfatti o Rimborsati – 30 giorni”  

In più per chi fosse interessato all’acquisto di elettrodomestici da cucina, l’azienda Philips mette a disposizione dei miei follower uno sconto del 25% , inserendo all’interno del carrello della spesa nella sezione “Codice Promozionale”

il codice  “PHILIPSCOOKAROUND16”

http://www.philips.it/c-p/HR1894_80/avance-collection-estrattore-di-succo

Scopri di più su Centrifughe ed Estrattori di succo: http://www.philips.it/c-m-ho/juicer.html

Related posts:

21 Comments on “Bon bon alle mandorle

    1. Sono buonissimi, non è giusto considerare la pasta di mandorle sostanza di scarto, ci si possono realizzare ottimi dolci 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *